martedì 16 settembre 2014

Recensione: Trent'anni e li dimostro di Amabile Giusti

          AMABILE GIUSTI
        Trent'anni e li dimostro

Carlotta ha quasi trent'anni, e si considera una sfigata cronica: raggiunge il metro e sessanta solo con i tacchi a spillo, ha una famiglia decisamente folle e all'orizzonte non vede l'ombra di un fidanzato come si deve. Non solo: è appena stata licenziata a causa della sua irrefrenabile schiettezza... ma ora, per arrivare a fine mese, è costretta ad affittare una stanza del suo appartamento. Luca, il nuovo inquilino, ha molti prò (è bellissimo, fa lo scrittore, è dannatamente simpatico) ma altrettanti contro: è disordinato, fuma troppo e ha il pessimo vizio di portarsi a casa le sue conquiste, una diversa ogni notte. Carlotta non chiude occhio e in più si sente una vera schifezza. Non lo ammetterebbe mai, ma quel maschio predatore che tratta le donne come kleenex e gioca sul fascino tenebroso del romanziere la sta facendo innamorare. In una girandola di eventi sempre più buffi, tra una madre terribile, una sorella bellissima e gelosa, una tribù di parenti fuori controllo, un nuovo lavoro tutto da inventare e molti incontri ravvicinati con Luca e le sue fidanzatine di passaggio, Carlotta imparerà che è lei la prima a dover credere in se stessa...



Nome in codice: Amabile Giusti. Missione: farvi innamorare di Trent'anni e li dimostro.

Molti di voi avranno riconosciuto questo romanzo che si trovava tra le più alte posizioni della classifica Amazon e che l'autrice ha deciso di autopubblicare.
Amabile Giusti è riuscita a entrare nel cuore di molti lettori, tanto da farsi notare da una grande casa editrice che ha deciso di prendere in mano la sua storia e di pubblicarla.
Vi anticipo già che l'autrice sta lavorando a un nuovo romanzo che altro non è il seguito di Trent'anni e li dimostro!

Questo romanzo è un perfetto chick lit, che non ha nulla da invidiare a tante autrici che l'hanno preceduta e altre famose scrittrici oltre oceano. Amabile Giusti ha tutte le carte in regola per dimostrare il suo talento e la sua versatilità.
Trent'anni e li dimostro è la storia di Carlotta e di Luca.
Lei, una quasi trentenne un po' svampita, buffa, imperfetta e sempre capace di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. Lui è Luca, il suo coinquilino e un Dio sceso in Terra per soddisfare i desideri erotici delle donne.
Carlotta e Luca sono solo amici. 
Ma poi ne siamo poi così sicuri? Perchè c'è qualcuna che si mangia le unghie nel vedere tutti quei sederi e chiome fluenti che usano il suo frigorifero e il suo bagno.
Ma questo sarà un nostro segreto perchè Luca non deve sapere che Carlotta ha sbavato dal primo istante che l'ha visto, e che vorrebbe essere una delle tante fortunate a dividere il suo letto per una notte.
Ma l'amore si sa... è strano. Prima ci odia e poi ci ama, basta solo saper aspettare.

Trent'anni e li dimostro è una storia spensierata, ricca di humor,  e con tante bollicine per ravvivare l'atmosfera.  Un ritorno di Bridget Jones in chiave italiana.
Carlotta potrebbe benissimo essere una di noi, la ragazza della porta accanto o l'amica del cuore, una simpaticissima pasticciona che crede ancora nell'amore vero, quello capace di farti battere forte il cuore. Lei crede ancora nelle favole a lieto fine, anche se ha trent'anni e anche se ha una madre che le ricorda e che il suo orologio biologico continua a fare tic tac.
Luca è il classico bello e dannato, ogni notte una nuova donna consuma le sue lenzuola e non sarà più richiamata. Le regole sono molto semplici: mai complicarsi la vita e mai far credere a una donna di essere interessato a una relazione. Come dice la stessa Carlotta: Luca è come Paganini, non ripete!
Carlotta lo sa bene, e sa anche che dovrà mettersi i tappi nelle orecchie se non vorrà sentire alcun gemito provenire dalla stanza di Luca.
Mentre Luca continuerà le sue avventure, a Carlotta non resterà che mettersi il cuore in pace e "buttarsi" sul piano b: conoscere altri uomini.
Carlotta e Luca sono come il sole e la luna, come il buio e la luce, come il nero e il bianco.
Amabile Giusti ci tormenterà con la storia tra Carlotta e Luca, ci terrà sulle spine e continuerà a farci arrabbiare e sospirare fino alla parola fine.
Un romanzo che si legge senza soste, scorre via con semplicità e ti travolge con una ampia gamma di emozioni contrastanti. In questo libro si ride, si piange e ci si arrabbia.
Trent'anni e li dimostro è la pillola della felicità, la dose giornaliera del buon umore per sconfiggere la routine quotidiana. Le risate non mancheranno, di quelle forti e di pancia.

20 commenti:

  1. Io l'ho letto in ebook nella versione auto pubblicata e me ne sono innamorata tanto da correre a comprarlo anche in versione cartacea :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, lo ammetto, non avevo letto la versione auto pubblicata e me ne sono pentita. Avrei voluto fare dei confronti, ma forse meglio così... almeno ho avuto l'effetto sorpresa :)

      Elimina
  2. La Casa editrice mi ha mandato il pdf, sono proprio curiosa di leggerlo :)

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. E' un libro che si legge molto velocemente, quindi non aver"paura". Attendo di sapere anche il tuo giudizio :)
      baci

      Elimina
  4. Non ne avevo mai sentito parlare ma sembra molto carino.. lo aggiungerò alla mia lista!
    A presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :) Probabilmente ti è sfuggito tra le uscite nel self e poi la notizia della pubblicazione con Mondadori. Se ti piace il genere chick lit, te lo consiglio :)

      Elimina
  5. Risposte
    1. eheheheheh fammi sapere se lo leggerai :3

      Elimina
  6. Ciao Lucrezia! L'ho finito un paio di giorni fa e venerdì se tutto va bene pubblicherò la recensione!!! Concordo con te, il libro è divertentissimo, ci tiene con il fiato sospeso e ci fa arrabbiare. Sono contenta che scriva il seguito, perché già non vedo l'ora di leggerlo :-)
    Bellissima recensione, come sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao bella, ho visto e sono contenta di aver avuto la stessa impressione. Grazie mille <3

      Elimina
  7. Ciao Lucrezia ^-^
    questo libro lo vedo dappertutto, e mi sono incuriosita così tanto che devo leggerlo per forza! ^-^ mi hai convinto quando hai detto: "Un ritorno di Bridget Jones in chiave italiana."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente devi leggerlo, giusto per staccare la spina e passare delle ore in piacevole compagnia ^^

      Elimina
  8. Ciao! Ne ho sentito parlare e... mi ispira! Adoro i chick-lit ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheheh allora devi leggerlo! Corri :D

      Elimina
  9. L'ho iniziato ieri :3
    E' stato amore fin dal primo capitolo!
    E' bello tornare a ridere di gusto, risate rumorose.
    Per ora non posso che concordare a pieno con la tua recensione ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia, fammi poi sapere cosa ne penserai a lettura conclusa :)

      Elimina
  10. Ne avevo sentito parlare........
    La tua recensione ha fatto si che finisse nella mia wish list!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Miriam ^^ Mi fa piacere trasmettere ad altri lettori il mio entusiasmo :)
      A presto

      Elimina