domenica 21 settembre 2014

IN MY MAILBOX -SETTEMBRE #2

Ciao lettori,
oggi un nuovo appuntamento con la rubrica in my mailbox.
Ideata da The Story Siren, In my Mailbox è una rubrica in cui si mostrano le nuove entrate librose che si sono aggiunte alla libreria. 

Il post di oggi è dedicato ad alcuni dei libri arrivati nel mese di Settembre, divisi tra acquisti, scambi e regali.
Ho dovuto fare una selezione perchè il ritorno dalle vacanze è stato ricco di scambi e anche di acquisti grazie ai buoni vodafone da spendere alla Mondadori.
Ci tengo a precisare che sono bravissima e sto smaltendo i libri della mia wishlist che sta diminuendo a vista d'occhio *_*
Guardateli qui, ma non sono bellissimi? Io credo di avere una particolare malattia che mi obbliga a fissare le copertine, sembro quasi ipnotizzata davanti alla libreria per interminabili minuti. So che gli altri non capiranno ma per me è indispensabile che ogni libro abbia la giusta collocazione nella mia libreria.
Iniziamo:



Revolutionary Road è il libro che ha ispirato anche il film, interpretato con Di Caprio e la Winslet, ed è una storia d'amore forte e sicuramente non facile. Tutti dicono che sia un capolavoro e quindi ho deciso di ascoltare la "massa" e avventurarmi in una nuova avventura.
La strada di Mccarthy è lo stesso discorso, mai letto niente di questo autore ma ne ho sentito parlare tanto, davvero tanto. C'è chi lo considera il suo libro più "poetico" e chi lo considera prolisso e noioso... beh, si vedrà.
Anne Tyler è una nuova scoperta, mi è capitato di leggere un suo romanzo e sentirmi molto vicina alle sue storie e al suo stile. Lezioni di respiro ha anche vinto il premio pulitzer nel 1989, e io arrivo sempre tardi in queste cose XD
L'inconfondibile tristezza della torta al limone e il club degli incorreggibili ottimisti mi sono stati consigliati da una persona che stimo particolarmente, anche in questo caso non conosco gli autori ma è sempre un piacere fare nuove scoperte.
Infine Shotgun Lovesongs e L'estate in cui accadde tutto sono due recenti uscite di questo mese, una edita da Guanda e l'altra da Marsilio, che hanno catturato la mia attenzione fin dal principio. Non so bene cosa aspettarmi, ma sono piuttosto fiduciosa.



   RICHARD YATES    
Revolutionary Road

È il 1955; i Wheeler sono una coppia middle class dei sobborghi benestanti di New York, che coltiva il proprio anticonformismo con velleità ingenua, quasi ignara della sua stessa ipocrisia: la loro esistenza scorre fra il treno dei pendolari, le cenette alcoliche con i vicini, le recite della filodrammatica locale, ma Frank e April si sentono destinati a una vita creativa e di successo, possibilmente in Europa. Nella storia della giovane famiglia in apparenza felice la tensione è nascosta ma crescente, il lieto fine impossibile, e l'inevitabile esplosione arriva con una potenza da dramma shakespeariano.
  
NICKOLAS BUTLER
                           Shotgun Lovesongs

Henry, Lee, Kip e Ronny sono cresciuti insieme a Little Wing, una cittadina rurale del Wisconsin. Amici fin dall'infanzia, hanno poi preso strade diverse. Henry è rimasto nella fattoria di famiglia e ha sposato il suo primo amore, mentre gli altri se ne sono andati in cerca di qualcosa di più. Ronnie è diventato una star del rodeo, Kip ha fatto fortuna in città, e il musicista Lee ha trovato la fama ma ha avuto il cuore spezzato. Ora tutti e quattro sono tornati in paese per un matrimonio. Ma vecchie rivalità si insinuano nel clima di festa e nella felicità del ritrovarsi, e il segreto di una moglie minaccia di distruggere sia un matrimonio che un'amicizia.

          
           CORMAC MCCARTHY
La strada

Un uomo e un bambino, padre e figlio, senza nome. Spingono un carrello, pieno del poco che è rimasto, lungo una strada americana. La fine del viaggio è invisibile. Circa dieci anni prima il mondo è stato distrutto da un'apocalisse nucleare che lo ha trasformato in un luogo buio, freddo, senza vita, abitato da bande di disperati e predoni. Non c'è storia e non c'è futuro. Mentre i due cercano invano più calore spostandosi verso sud, il padre racconta la propria vita al figlio. Ricorda la moglie (che decise di suicidarsi piuttosto che cadere vittima degli orrori successivi all'olocausto nucleare) e la nascita del bambino, avvenuta proprio durante la guerra. Tutti i loro averi sono nel carrello, il cibo è poco e devono periodicamente avventurarsi tra le macerie a cercare qualcosa da mangiare. Visitano la casa d'infanzia del padre ed esplorano un supermarket abbandonato in cui il figlio beve per la prima volta un lattina di cola. Quando incrociano una carovana di predoni l'uomo è costretto a ucciderne uno che aveva attentato alla vita del bambino. Dopo molte tribolazioni arrivano al mare; ma è ormai una distesa d'acqua grigia, senza neppure l'odore salmastro, e la temperatura non è affatto più mite. Raccolgono qualche oggetto da una nave abbandonata e continuano il viaggio verso sud, verso una salvezza possibile...

         
JOHN MICHAEL GUENASSA
Il club degli incorreggibili ottimisti

Michel ha undici anni e per evitare i litigi in famiglia va spesso a giocare a calcio balilla al “Balto”, un bistrot del suo quartiere. Al “Balto” fa conoscenza di un gruppo di frequentatori davvero speciali: si chiamano Tibor, Imre, Leonid, Igor, Pavel, Sasha. Sono tutti esuli, fuggiti o cacciati dai paesi dell’Est, e si dividono fra quelli che credono ancora nel comunismo e quelli che non ci credono più. Sullo sfondo, un’intera epoca e l’atmosfera del passaggio tra anni Cinquanta e Sessanta, il Rock’n’Roll, le prime imprese nello spazio, l’inizio della Guerra Fredda… In compagnia di quegli uomini, in quella Babele di culture, Michel conosce il mondo adulto, le sue sfide e la sua complessità: gli ideali, l’amore, la morte, la nostalgia.

BILL BRISON
L'estate in cui accadde tutto

È il 1927, due anni prima della Grande Depressione, è l'anno di una stella del baseball, quel Babe Ruth diventato leggenda per i suoi fuoricampo e le sue continue trasgressioni, alimentari e sessuali. È anche l'anno della settimana lavorativa che passa da 60 a 48 ore, del mitico modello T di Ford, della prima trasmissione di un'immagine nell'etere, quella che presto sarebbe diventata nota come televisione... Ma soprattutto è l'anno in cui Charles Lindbergh, un pilota del Minnesota, riesce a raggiungere Parigi con il suo Spirit of St Louis dopo 33 ore di volo. Con la sua sagacia e il suo famoso piglio divulgativo, Bryson ci porta nel cuore degli avvenimenti di quell'anno straordinario, con un cast di personaggi indimenticabili.

ANNE TYLER
Lezioni di respiro

Un giorno nella vita di Ira e Maggie Moran: un uomo e una donna, una comunissima coppia rifugiata in una media città americana come Baltimora. Ma questa è una giornata diversa dalle altre. La migliore amica di Maggie ha perduto il marito, e i coniugi Moran salgono in auto per raggiungere il luogo del funerale. Una breve distanza, che però assume ben presto un diverso significato. Il piccolo spostamento, infatti, è l'occasione per un lungo viaggio a ritroso lungo i ricordi, le nostalgie, i rimpianti, i rimorsi di una vita tanto comune quanto irripetibile. Con la sua consueta maestria descrittiva, Anne Tyler ci offre un'altra sorprendente istantanea della realtà, un romanzo che, senza clamori ma con semplicità e precisione, ci restituisce la vera sostanza della vita di tutti i giorni: i sentimenti, il dolore, la noia, la speranza.

    BENDER AIMEE
    L'inconfondibile tristezza della torta al limone

Alla vigilia del suo nono compleanno, la timida Rose Edelstein scopre improvvisamente di avere uno strano dono: ogni volta che mangia qualcosa, il sapore che sente è quello delle emozioni provate da chi l’ha preparato, mentre lo preparava. I dolci della pasticceria dietro casa hanno un retrogusto di rabbia, il cibo della mensa scolastica sa di noia e frustrazione; ma il peggio è che le torte preparate da sua madre, una donna allegra ed energica, acquistano prima un terrificante sapore di angoscia e disperazione, e poi di senso di colpa. Rose si troverà così costretta a confrontarsi con la vita segreta della sua famiglia apparentemente normale, e con il passare degli anni scoprirà che anche il padre e il fratello – e forse, in fondo, ciascuno di noi – hanno doni misteriosi con cui affrontare il mondo. Mescolando il realismo psicologico e la fiaba, la scrittura sensuale di Aimee Bender torna a regalarci una storia appassionante sulle sfide che ogni giorno ci pone il rapporto con le persone che amiamo.



Avete letto qualcuno di questi libri? Sono curiosa di sapere i vostri pareri :)

15 commenti:

  1. Mi confondo sempre tra Sulla strada e La strada >-< Che disastro! Uh peccato che io ho tim e sono rimasta senza sconto :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehehe ho anche quello, che devo ancora leggere u.u Non ce la farò mai! Comunque anche io ho tim, ma nel mese di agosto chi ricaricava il suo numero vodafone riceveva un buono da 5... inutile dirti che ho rotto le "palle" ad amici e parenti XD

      Elimina
  2. Ciao!
    Bellissime queste new entries! Voglio fortissimamente voglio L'estate in cui accadde tutto e Shotgun Lovesong che m'ispirano entrambi parecchio! :D

    RispondiElimina
  3. Ho letto Revolutionary Road, ma stranamente mi è piaciuto più il film. Sarà che rivedere Di Caprio/Winslet insieme fa un certo effetto...

    RispondiElimina
  4. Confesso di non conoscere questi libri, di Revolutionary Road ho visto solo il film:$
    Aspetto con ansia le tue recensioni

    RispondiElimina
  5. Non ne ho letto nessuno ma aggiungerò sicuramente Revolutionary Road alla mia infinita whislist perché mi ispira molto!
    A presto :)

    RispondiElimina
  6. Che begli acquisti! Anche io sto aspettando il momento giusto per leggere La strada!

    RispondiElimina
  7. Ciao, leggiamo generi diversi ma devo dire che fra questi quello che mi ispira è La strada :)

    RispondiElimina
  8. uuuuuuuh la Bender!
    A moltissimi è piaciuta, io invece l'ho trovata così triste! :(
    Per di più giustamente ho letto quel libro sotto Natale, che sveltona! >.<
    Sono curiosa di sapere se ti piacerà!

    RispondiElimina
  9. non ho letto nessuno di essi, ma mi hanno consigliato IL CLUB DEGLI INCORREGGIBILI OTTIMISTI

    RispondiElimina
  10. Bellissimo il tuo blog, infatti ancor prima di scriverti mi sono subito unita ai tuoi lettori fissi, adoro i libri, ogni libro ha una storia da raccontare!! Spero vorrai ricambiare ☺ www.Coccinellecreative.blogspot.com A presto e buona giornata!!

    RispondiElimina
  11. Ciao!! Mi ispira Revolutionary Road, L'inconfondibile tristezza della torta al limone, Shotgun Lovesongs. Tu per me sei una fonte inesauribile di consigli!!! :-)

    RispondiElimina
  12. L'inconfondibile tristezza della torta al limone a me era piaciuto tanto *-* so, però, che ci sono molti pareri contrastanti: c'è chi lo ha amato e chi, invece, non lo ha per niente apprezzato.
    Aspetto una tua opinione :)

    RispondiElimina