martedì 2 settembre 2014

Novità e anteprime Settembre 2014

Ciao lettori,
oggi è tempo di mostrarvi alcune delle nuove uscite di Settembre.
Inutile dire che sono tutte uscite che mi incuriosiscono particolarmente e che ho selezionato secondo i miei gusti.
Sicuramente, girovagando per la rete, ci saranno tantissime altre novità, ma sapete che non amo alcuni generi di libri e questa carrellata di uscite è stata selezionata da me.
Spero che, tra queste novità, ci sia qualcosa di interessante e che vi faccia dire "Questo lo voglio".
In un post precedente qui, vi avevo mostrato alcune delle uscite di questo mese, dove troviamo il nuovo romanzo di Sara Rattaro che non vedo l'ora di cominciare.
Io amo questa autrice e credo sia una delle più meritevoli, tra il panorama contemporaneo italiano, scrittrici di questi ultimi anni.
Non so voi, ma la Garzanti deve farmi letteralmente impazzire ogni mese. Le sue pubblicazioni sono una più interessante dell'altra e, proprio per questo motivo, vi mostrerò quelle che mi hanno provocato gli occhi a cuoricino.
Parlo di So dove sei e Il mare lontano da noi, due  libri totalmente diversi ma che promettono grandi emozioni.
Non ho letto niente di Valentina D'Urbano e, dopo aver letto la trama del suo romanzo, ho davvero il bisogno di conoscere meglio questa autrice. Diana Setterfield ritorna nelle librerie con Le nere ali del tempo, e sono curiosa di sapere se amerò questo libro quanto la tredicesima storia.
Stessa cosa per Chiara Gamberale, devo mettermi seriamente a leggere qualcosa di suo. Più che altro per capire se mi può piacere o no :)
E ora passiamo a voi! Vi ispira qualcuna tra queste novità?


 

   CLAIRE KENDAL
      So dove sei

E' lui. Ancora lui. Sempre lui. Clarissa lo sa. Non c'è bisogno di ascoltare la segreteria telefonica. Di leggere l'ennesimo messaggio che lampeggia sullo schermo del cellulare. Di scartare i regali che continuano ad arrivare, indesiderati. Il suo volto, i suoi occhi sono dappertutto: ovunque lei si volti, qualsiasi cosa lei faccia, lui la sta guardando. Nulla, dopo quella notte, è più come prima. Quando Clarissa ha accettato di uscire a cena con Rafe, un collega dell'università, l'ha fatto un po' per cortesia, un po' per svagarsi. Mai avrebbe immaginato che quelle poche ore potessero stravolgere la sua esistenza. Soprattutto perché lei, di quella notte, non ricorda più nulla. Ma da allora qualcosa nel comportamento dell'uomo è cambiato. La cortesia si è trasformata in premura, l'affetto in disperato bisogno. Lo spazio intorno si è come svuotato, lasciandoli pericolosamente soli. L'unica via d'uscita sembra venire dalla convocazione a far parte della giuria di un processo. Clarissa deve isolarsi dal mondo esterno, rendersi irreperibile, negarsi a ogni contatto. Al sicuro tra le mura del tribunale, si sente protetta, riesce addirittura a farsi degli amici. Ma l'illusione dura poco. Rafe riesce a raggiungerla anche lì. E man mano che il caso su cui è chiamata a esprimere il proprio giudizio comincia a mostrare più di una somiglianza con quanto sta vivendo in prima persona, Clarissa si rende conto che se vuole liberarsi dalla paura deve controbattere colpo su colpo. Raccogliere le prove di un crimine tanto più tremendo quanto più difficile da denunciare, a cominciare proprio da quella notte che non può né ricordare né dimenticare. E quando si fa strada la macabra consapevolezza di non essere l'unica vittima, Clarissa capisce che in gioco c'è molto di più della sua libertà. Fino alle estreme, imprevedibili conseguenze.
Il negativo dell'amore      COSIMO CALAMINI
        Il mare lontano da noi

Nella vita di Serena c'è un momento speciale. Venti minuti di libertà durante i quali può pensare senza porsi limiti, senza preoccuparsi del domani. Sono i venti minuti di strada da casa al lavoro, mentre la macchina corre veloce lungo la strada e il vento si porta via le canzoni che Serena canta a squarciagola. E l'odore del sole e del mare le si impiglia tra i capelli. Nelle restanti ventitré ore e quaranta minuti della giornata, Serena è travolta dalle mille incombenze di una vita divisa in due metà non sempre compatibili: trentenne studiosa in carriera, madre e moglie. A casa, a Lanuvio, l'aspettano Agnese, otto anni, dolce e vivace ma problematica, e Fabrizio, che dietro una facciata di bellezza e semplicità nasconde un animo inquieto. A Roma, negli austeri corridoi della Sapienza, Serena insegue un sogno cui, anno dopo anno, ha sacrificato tutta sé stessa. Un posto da ricercatrice universitaria. Un sogno che, d'un tratto, sembra destinato a svanire. Eppure un'ultima occasione c'è. Inattesa, spiazzante. Quando riceve la proposta di un prestigioso ateneo americano, Serena ha la possibilità di partire per gli Stati Uniti con Agnese e Fabrizio e lasciarsi tutto alle spalle: le frustrazioni, i raccomandati, i contratti a tempo determinato. Ma partire significa anche dire addio alle corse con Fabrizio e Agnese sulla spiaggia di Anzio, agli amici di una vita, ai luoghi in cui ha trascorso l'infanzia. E mentre Fabrizio sembra non voler rinunciare a tutto quanto hanno costruito insieme, Serena deve scegliere tra il suo sogno e la felicità delle persone che ama di più al mondo. Una decisione che può sconvolgere la sua vita oltre ogni previsione.
VALENTINA D'URBANO
   Quella vita che ci manca

Gennaio 1991. Valentino osserva le piccole nuvole di fiato che muoiono contro i finestrini appannati della vecchia Tipo. L’auto che ha ereditato dal padre, morto anni prima, non è l’unica cosa che gli rimane di lui: c’è anche quell’idea che una vita diversa sia possibile. Ma forse Valentino è troppo uguale al posto in cui vive, la Fortezza, un quartiere occupato in cui regna la polvere e l’asfalto è crepato e perfino la casa ti può essere tolta se ti distrai un attimo. Perciò, non resta che una cosa a cui aggrapparsi: la famiglia. Valentino è il minore dei quattro fratelli Smeraldo, figli di padri diversi. C’è Anna, che a soli trent’anni non ha niente da chiedere alla vita. C’è Vadim, bello e sbagliato, con la mente di un dodicenne nel corpo di un ventenne. C’è Alan, il maggiore, l’uomo di casa, posseduto da una rabbia tanto feroce quanto lo è l’amore verso la sua famiglia, che deve rimanere unita a tutti i costi. Ma il costo potrebbe essere troppo alto per Valentino, perché adesso c’è anche lei, Delia. È più grande di lui, è bellissima – ma te ne accorgi solo al secondo o al terzo sguardo – ed è pulita. Perché lei non è della Fortezza. Ed è proprio questo il problema. Perché Valentino nasconde un segreto che non osa confessarle e soprattutto sente che scegliere lei significherebbe tradire la famiglia. Tradire Alan. E Alan non perdona. Questo è un romanzo sull’amore, un amore spietato come solo quello tra fratelli può esserlo. Ma è anche un romanzo sull’unico altro amore che possa competere: quello che irrompe come il buio in una stanza piena di luce, quello tra un ragazzo e una ragazza, contro tutto e tutti.
DIANA SETTERFIELD
      Le nere ali del tempo

Will Bellman ha dieci anni e quattro giorni quando corre con gli amici a giocare nei campi vicino al fiume, dove i corvi scendono in picchiata in cerca di larve. "Scommetto che riesco a colpire quell'uccello" dice euforico, indicando il ramo più alto di una quercia lontanissima. Un'impresa decisamente fuori dalla sua portata. In un silenzio da rito mistico cerca la pietra più adatta, liscia e tondeggiante, carica la sua fionda perfetta, si prepara al lancio con i muscoli tesi e il cervello che calcola la direzione esatta. Will è un tiratore esperto, ha vista buona e mano ferma, si esercita molto. E così la pietra parte in volo, talmente lenta da far sperare che l'uccello nero riesca a volare via. Ma l'uccello non si muove e la pietra completa il suo arco. Il corvo stramazza a terra. Il mattino dopo Will si sveglia con la febbre altissima, e per una settimana suda e urla di dolore nel suo letto, tutte le forze di bambino tese in un'unica grande sfida: dimenticare quello che è accaduto al fiume. Molti anni dopo, Will Bellman è un uomo di successo, dirige il grande opificio di famiglia, ha una bella moglie e figli amatissimi. Improvvisamente, però, una serie di episodi sinistri comincia a distruggere tassello dopo tassello quella vita che ha così magnificamente costruito. Lutti e disgrazie si presentano con sempre maggior frequenza, come le apparizioni dello sconosciuto vestito di nero che sta all'ombra del camposanto.
    CHIARA   GAMBERALE
       Arrivano i pagliacci

E' la storia di Allegra Lunare: vent'anni, una famiglia complicata e bizzarra alle spalle, occhi speciali sul mondo. Allegra scrive una lettera ai nuovi inquilini che abiteranno la casa dove ha vissuto tutta la vita. Una lettera che parla degli oggetti che rimangono nell'appartamento e di quei pochi che porterà con sé. Ognuno di essi racconta una storia: quella di suo padre, universitario rivoluzionario, e della mamma, giovanissima modella americana; la nascita di suo fratello Giuliano, down; l'amore profondo tra Adriana e Matilde; l'incontro strepitoso con Zuellen, che sa trasformare tutto in qualcos'altro; e molti altri... Una lettera che va oltre la superficie delle cose e dei sentimenti, impolverati o segnati dall'uso quotidiano, e procede sicura verso la vita che brilla lì sotto, invisibile fino a che la lente della scrittura, con coraggio e lunare allegria, non riesce a liberarla.
   DANNY WALLACE  
Copia e incolla

Tom, me ne vado, ma non ti lascio. Tu continua pure come sempre. Con amore, Hayley". E questo il messaggio che Tom, trentenne londinese, trova la sera del 12 giugno, la sera in cui scopre che la sua ragazza non c'è più, ma non lo ha lasciato. Che cosa significa? Hayley se n'è andata oppure no? Tornerà? Quando? E cosa diavolo dovrebbe fare lui nel frattempo? Ansioso di trovare risposte, Tom si mette sulle tracce di Hayley. E nel farlo si imbatte in un eccentrico gruppo di persone che hanno deciso di risolvere i loro problemi esistenziali dedicandosi a un hobby tanto insolito quanto contagioso. Un attimo dopo si accorge di essere pedinato, ma non sa da chi. E poi rischia di perdere il lavoro in radio quando, con tutta Londra in ascolto, dimentica il microfono acceso durante una conversazione privata decisamente imbarazzante. Ma per Tom l'importante è capire cosa sta succedendo alla sua vita e chi sono le persone che gli stanno intorno. Chi è Hayley in realtà? E chi è quella ragazza carina che lo segue al supermercato? E perché, quando si ha un problema, non si può semplicemente trovare qualcuno che l'abbia già risolto e fare un bel copia-e-incolla?
    MADDIE DAWSON
Non c'è niente che non va, almeno credo

È sabato mattina e Rosie e Jonathan sono a letto in un momento di intimità, quando il telefono inizia a squillare senza tregua. Sul display compare un numero sconosciuto. Ancora non sanno che quella telefonata di per sé insignificante manderà all’aria tutta la loro vita. Più che quarantenni, Rosie e Jonathan sono gli unici fra i loro amici a non aver messo su famiglia e a vivere da eterni fidanzati in un quadrilocale che sembra arredato da due studenti. Impossibile immaginare che a pochi giorni da quel sabato Jonathan si inginocchierà davanti a Rosie chiedendole di sposarlo e seguirlo in California! La prima a storcere il naso di fronte all’improvvisa proposta è l’energica nonna Soapie: sognatrice, anticonformista, irriverente, Soapie ha sempre spronato Rosie a osare nella vita, a coltivare le sue passioni e seguire i suoi desideri. Per questo non capisce cosa spinga la nipote sull’altra sponda dell’ oceano, dietro a un ragazzotto con la passione per le tazzine di porcellana. Ma il destino è sempre pronto a stuzzicarci e quando Rosie sarà messa di fronte a un’altra scelta cruciale, dovrà per forza decidere quale partita giocare. Perché la grande regola della vita è che non è mai troppo tardi per correggere il tiro e la felicità è sempre più vicina di quanto immaginiamo. Basta ricordarselo.




9 commenti:

  1. Uh, pure la Gamberale: non sapevo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (ho visto che c'è una vecchia edizione, della Bompiani: sicuramente costerà di meno! L'intutilità delle ristampe...)

      Elimina
  2. Mi incuriosisce il libro della Gamberale e anche quello di Wallace!
    A presto :)

    RispondiElimina
  3. "So dove sei" m'intriga un sacco *_*

    RispondiElimina
  4. sembrano tutti molto interessanti!
    per ora quello che quasi sicuramente leggerò è Non c'è niente che non va, almeno credo
    Ma So dove sei mi chiama a gran voce!

    RispondiElimina
  5. In realtà è proprio il genere che NON leggerei.... li lascio tutti, ma ti ringrazio cmq per il post, è bello anche riuscire a "scartare" qlc!! ;-)

    RispondiElimina
  6. Le nere ali del tempo questo mi attira. Ciao

    RispondiElimina
  7. Devo dire che mi piacciono tutti, continuo a segnarmi i titoli e chissà mai quando li riuscirò a leggere ma è doveroso avere nuovi spunti :-) Comincerei con quello della Gamberale mi piace molto come scrittrice e come persona :-)

    RispondiElimina